Aziende commercio

 

Aziende e Commercio:

Nel panorama edilizio e del risparmio energetico spesso ci si concentra maggiormente sulla realtà residenziale, dimenticandosi che il parco edilizio commerciale e produttivo rappresenta una realtà di edifici poco coibentati e costruiti per lo più con sistemi prefabbricati. Lo stato ultimamente sta presentando un disegno di intervento proprio per questo settore particolare. Stanzierà delle risorse per poter dar modo a chi è proprietario di immobili commerciali, di effettuare verifiche e analisi tecniche dei tipi di impianti termici utilizzati e il tipo di isolamento delle strutture. Saranno stilati e proposti dei progetti di interventi per il miglioramento. Lo scopo di tale operazione è quello di incentivare alla trasformazione di questi edifici in strutture maggiormente ecosostenibili e a risparmio energetico. Quello che penalizza gli interventi è la possibilità di detrarre fiscalmente questi costi d’intervento, ma si sta studiando il modo di poterlo consentire.

Gli interventi migliorativi consistono nell’utilizzo di impianti ad impatto zero, pannelli solari, fotovoltaici e pompe di calore, in modo da integrare o sostituire totalmente i fabbisogni energetici stagionali. Anche gli interventi alle strutture e la loro coibentazione è altamente consigliata per ridurre le dispersioni energetiche.

Anche qui le soluzioni che si possono adottare sono vaste e molteplici ma anche con piccoli interventi qualitativi si può arrivare a dei benefici e dei risparmi considerevoli. Sono disponibili generatori termici ad alta efficienza; le pompe di calore qui hanno grande applicazione, provvedono sia alla climatizzazione estiva che invernale, sono ad impatto zero e hanno rendimenti altissimi con prestazioni elevate. Anche i sistemi ibridi caldaia+pompa di calore sono adatti e molto consigliati.

Una diagnosi energetica prima di qualsiasi intervento va effettuata, e soltanto grazie a questa che si possono individuare le soluzioni ideali, determinando le scelte ottimali e una analisi dei costi-benefici, per far si che l’attività possa essere informata correttamente del tipo di investimento che dovrà affrontare.